Tâtonnement

Tâtonnement, parola molto celebre in pedagogia, usata da Freinet per esprimere l’apprendimento infantile. Descrive la mente come un’acqua che scorre libera, in cerca di un alveo in cui incanalarsi, e che va a “tentoni” fino a quando non sia finalmente indirizzata a una meta.
Se da bambini ci vengono offerti i “canali” che ci aiuteranno nel nostro percorso di crescita, da grandi possiamo e dobbiamo continuare a crearli, con l’aiuto dell’immaginazione, dandoci sempre dei nuovi, precisi obiettivi da raggiungere e iniziare a scorrere nella direzione scelta, percependo già la sensazione di averli ottenuti. Continuando a fluire in questo modo, non c’è dubbio che l’universo ci creerà i giusti alvei, che, con un po’ di perseveranza ci porteranno alla realizzazione dei nostri sogni.
La nostra mente è potentissima e ciò che immaginiamo e a cui pensiamo spesso, creerà il nostro futuro.
Provate a pensare sempre in modo positivo!
Un caldo abbraccio,
Giorgiana.

Foto da Pinterest

Gestire la rabbia

Leggevo seduta fuori sul terrazzo, sotto la luce del sole e come fondo fonico sentendo il cinguettio degli uccelli, il rumore delle macchine e ogni tanto le voci delle persone. All’improvviso fui disturbata dai latrati, latrati umani… aspettai un attimo con la speranza che smettessero, ma ahimè erano destinati a una lunga espressione rabbiosa. Due anime si urlavano contro, la propria verità. Ogni tipo di frustrazione genera rabbia. L’”Io” è ciò che gestisce tutte le attività psichiche ed è anche il meccanismo di difesa che entra in azione appena c’è qualcosa che minaccia la nostra realtà. Se l’ego viene ferito, molti agiscono così, inferociti, non controllandosi più, nemmeno di fronte agli sguardi impauriti dei bambini.
E cosa si ottiene reagendo in questo modo? Niente di buono, soltanto altro malore psichico, altri urli, altre sofferenze, perché lo scopo del aggredire verbalmente è proprio quello di far male al destinatario e anche se una volta calmati ci si pentirà delle parole dette, scusandosi, il male fatto resterà comunque.
Ogni volta che c’è qualche interferenza nella nostra serenità c’è anche una lotta interiore dentro di noi e dobbiamo provare a restare presenti mentalmente al nostro stato emozionale. Abbiamo la possibilità di scegliere di non far del male, di non essere violenti nelle parole o nelle azioni, scegliere di non rispondere alle provocazioni.
La rabbia ci dice che qualcosa va cambiato e nello stesso tempo è un segnale anche per gli altri che c’è un problema, ma possiamo decidere di evitare di discutere quando siamo furiosi, dicendo all’altro semplicemente di parlare più tardi, quando saremo più calmi. In ogni momento della nostra giornata, qualsiasi cosa ci succeda, noi abbiamo il potere di scegliere come reagire e ne siamo responsabili.
Ciò che è importante da fare per evitare di arrivare a situazioni di estrema rabbia è lavorare sulla propria crescita personale, quindi volersi bene, calmare la mente, credere in se stessi e valutare le proprie azioni in modo migliore, per far crescere l’autostima. Se sai ciò che vali e ti senti bene nella tua pelle, non hai bisogno di urlarlo a chi ti sta accanto.

Buone scelte e un caldo abbraccio,
Giorgiana.

Foto da Pinterest :))

Pensieri 

Sorrido e i pensieri negativi si dissolvono
come le scure nubi nel cielo quando appare il sole.
Mi libero, li lascio svanire…

Zâmbesc și gândurile negative se dizolvă
ca norii negri pe cer când se ivește soarele.
Mă eliberez, le las să dispară…

Foto modificata
Fotografo: http://www.dorinmihai.com

Credi in te!

Voglio soltanto ricordarvi una cosa:
Valiamo ciò che pensiamo di valere,
non ciò che gli altri ci inducono a credere.
Alimentate sempre la vostra autostima
e comportatevi in un bel modo!

Ognuno di noi è speciale e vale tantissimo.
Un caldo abbraccio!

~~~

Vreau doar să vă amintesc un lucru:
Suntem valoroși în functie de cât credem că valorăm,
nu cât ne fac ceilalți să credem.
Alimentați-vă întotdeauna autostima
si comportați-vă în mod frumos!

Fiecare dintre noi este special și prețios.
O caldă îmbrățișare!

Foto da Pinterest

Giocando a nascondino con il sole

64b8504c0f444984e6950711bcaf94d2.jpg

Le ore lavorative sono finite. Salgo in macchina e mi avvio verso casa. Coda, ancora l’ennesima coda. Mi ritrovo in un serpentone di macchine e incomincio a innervosirmi. La radio va, ma faccio quasi fatica a sentirla, non ho più voglia di niente… sul volante, le mie dita si muovono freneticamente. “Dai! Eh, dai! Fermi, sono tutti fermi! Coraggio, muovetevi! Mhm… voglio andare a casa! Sono stanca… vi volete muovere?” Appoggio la fronte sul volante e giro la testa verso destra. “Wooow!” Una grossa palla infuocata fa capolino e mi costringe a guardarla. Il Sole in tutto il suo splendore, ha deciso di salutarmi. “Ciao, ma che meraviglia! Non ti ho mai visto così grande!” Di fronte a tanta bellezza, una gioia profonda inonda il mio cuore. Sorrido e lo guardo stupefatta. “Stasera hai superato te stesso! Volevi rallegrare la mia anima? Grazie! GRAZIE! Non riesco proprio a smettere di guardarti… ma dove vai? No, aspetta! Ah, vuoi giocare a nascondino… e ti nascondi anche bene.” Superate un po’ di case, ecco che riappare, ma poi si nasconde ancora. “Sì, fai pure, non penserai davvero che qualche ramo d’albero riuscirà a coprirti? Sei troppo bello e splendente.” Mentre continuo a parlargli la strada mi porta in un’altra direzione e devo salutare il mio amico, ringraziandogli ancora. “Ciao, ti aspetto domattina!”
Rientro in casa ancora sorridente. È proprio vero, abbiamo sempre una scelta, siamo noi a scegliere se arrabbiarci o accettare le situazioni e provare a spostare la nostra attenzione su cose e pensieri che ci rendono felici.
Fate sempre la scelta giusta e sorridete!
Giorgiana

Foto tratta da Pinterest

Lottate! – Luptați!

Infrangi il duro guscio del “io non posso”
e vola libero nell’aria del “io posso”

Capita a tutti di sentirsi bloccati, tristi, angosciati… momenti in cui pensi che non ne uscirai più fuori. Non affondate nella sensazione di lamentela e soffocamento, nella tristezza, rabbia, angoscia! Esse condizioneranno la vostra vita, la negatività e il pessimismo si impossesseranno del vostro punto di vista.
Lottate! Amatevi! Fate un grande sforzo di ottimismo! Sforzatevi di vedere il lato buono delle cose, superando un passo alla volta ogni ostacolo.
La negatività si elimina con la positività. C’è sempre qualcosa di buono nelle nostre vite, basta cambiare il nostro modo di guardare per renderci conto. La nostra mente è un potentissimo strumento che può cambiare l’inferno che c’è in noi in paradiso.
Sognate, datevi dei obiettivi da raggiungere. Essere profondamente motivati, ci aiuta a cambiare il nostro percorso di vita.
Non limitatevi in nessun modo!
Siamo noi stessi che decidiamo qual è il momento giusto o sbagliato per realizzare qualsiasi cosa, siamo noi che decidiamo  in quale modo sentirci.
Lottate e cominciate a sorridere!
Un caldo abbraccio, guerrieri!
Giorgiana.

                                    ***

Rupe coaja tare a lui “nu pot”
și zboară liber în atmosfera lui “eu pot”

Se întâmplă fiecăruia dintre noi să se simtă blocat, trist, suferent… momente în care crezi că nu vei mai ieși la suprafață. Nu vă scufundați în sentimentul de plângere și sufocare, în tristețe, mânie, durere! Acestea vă vor condiționa viața, negativitatea și pesimismul vor intra în posesia punctului vostro de vedere.
Luptați! Iubiți-vă! Faceți un mare efort de optimism! Străduiți-vă a vedea partea bună a lucrurilor, depășind pas cu pas fiecare obstacol.
Negativitatea se elimină cu pozitivitatea. Există întotdeauna ceva bun în viața noastră și este de ajuns să schimbăm modul de a privi, pentru a realiza acest lucru. Mintea noastră este un instrument puternic care poate schimba iadul care este în noi în rai.
Visați, dați-vă obiective de atins. A fi profund motivați, ne ajută să schimbăm percursul propriilor vieți. Nu vă limitați în nici un fel!
Noi decidem care este momentul potrivit sau nepotrivit pentru a realiza orice, noi decidem în ce fel vrem să ne simțim.
Luptați și începeți să zâmbiti!
O caldă îmbrățișarea, războinicilor!
Giorgiana

Foto:https://www.facebook.com/Yogananda.Kriya.Yoga

Voglia di libertà – Chef de libertate

“Non c’è cancello, nessuna serratura, nessun bullone che potete regolare
sulla libertà della mia mente.” (Virginia Woolf)

“Nu există nici o poartă, nici o blocare, nici un șurub pe care le puteți seta
pe libertatea minții mele.” (Virginia Woolf)

Foto da Pinterest

Siamo polvere di stelle

Non perdetevi questo magnifico video!
Cliccate sul link sottostante per guardarlo:

https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=10153668401097617&id=378316337616

** Le stelle quando collassano, esplodono e spargono per tutta la Galassia le loro interiora composte di carbonio, azoto, ossigeno e tutti gli ingredienti fondamentali per la vita stessa. Questi ingredienti diventano parti di nubi di gas che si condensano, collassano anche loro e creano la futura generazione dei sistemi solari, stelle con pianeti orbitanti, pianeti che ora contengono gli ingredienti della vita stessa.
Siamo parte di questo Universo, l’Universo è dentro di noi. I nostri atomi vengono da queste stelle. **

Sento un brivido che mi percorre tutto il corpo… Dobbiamo inviare le giuste vibrazioni all’Universo.
Se assistiamo a tantissime forme di disagio, disgrazie, ingiustizie, atrocità. .. è tutta colpa dell’umanità.

Trovare noi stessi

fb_img_1480575635319

Un modo per riuscire a trovare noi stessi potrebbe essere quello che ci insegna Osho.
Vi propongo un piccolo assaggio, che a me piace tantissimo, del suo libro “La via del cuore”.

“Non lottare con la folla. Lascia che siano loro a scontrarsi: sono deputati a questo. Tu, piuttosto, cerca di trovare te stesso. E quando avrai conosciuto chi sei, potrai semplicemente ordinare a quella gente di non occuparsi di te: in realtà è così semplice! Ma prima dovrai trovare te stesso. Una volta che sarai te stesso, ci sarà anche il maestro, il padrone di casa, e tutta questa gente che pretendeva di essere il maestro comincerà a lasciarti in pace. L’umo che è se stesso, libero e scollegato dal passato, autentico, forte come un leone e innocente come un bambino può raggiungere le stelle, e andare perfino oltre; il suo futuro è d’oro.

La cosa più difficile nella vita è abbandonare il proprio passato, perché vuol dire lasciar cadere la propria personalità, la propria identità, se stessi. Tu non sei altro che il tuo passato con i suoi condizionamenti.

Devi osservare dentro di te qual è il legame che ti unisce al passato e perché continui a mantenerlo. E’ solo un abitudine, perché sin dall’infanzia ti hanno insegnato a condividere certe idee, opinioni, religioni, dottrine? Ti nutre in qualche modo? O, al incontrario, ti sta solo succhiando il sangue? Devi guardare dentro te stesso e e analizzare ogni cosa – politica, sociale o religiosa – che ti porti dietro dal passato, che il passato ti ha imposto tramite l’educazione e altri espedienti sociali.

Quando ti accorgerai che stai portando dentro di te del veleno, qualcosa di distruttivo che condiziona tutta la tua vita, allora sarà facilissimo liberarsi del passato. E quando te ne sarai staccato, avrai in mano un immenso potenziale di crescita. All’improvviso sarai rinnovato e giovane, libero da pesi, parassiti e fardelli inutili che non erano altro che scorie, ma li portavi dentro di te perché anche i tuoi genitori, i tuoi nonni, tutti i tuoi antenati lo hanno fatto. Si tratta semplicemente di vedere cosa ti sta facendo il passato. E’ un amico o nemico? Questa intuizione è sufficiente a operare un taglio netto.”

Fai ciò che senti di fare e assumiti l’intera responsabilità delle tue azioni.

Foto: http://www.dorinmihai.com