Commozione elevata

Ph. by Gerald Gribbon

Mi commuovo davanti alla bellezza interiore delle persone.
Esse inondano la mia anima di energia positiva.
Ammirandole, progredisco.

63 pensieri su “Commozione elevata

  1. Sai, tempo fa presi usato un obiettivo 85mm. Lo usai poco, per vari motivi, per poi rivenderlo (a più di quanto lo presi, ammetto).
    E ricordo feci qualche esperimento così, con street photo, a cui non riesco ad avvicinarmi pienamente. Sono più paesaggista.
    E quello che mi vuole far avvicinare allo street è questo tipo di fotografia, accompagnato da una didascalia che meglio non potevi descrivere. Un corpo consumato, vecchiotto, pieno di difesa dal sole. Ma uno sguardo acuto, sorridente. Di chi ne ha viste tante, ma non si risparmia un sorriso. Tira le spalle in su, quasi non ci crede a diventare un bel soggetto e non il protagonista di un’altra battaglia.
    Spettinata ma composta, umile con tanto da dire.

    Piace a 1 persona

  2. Bella immagine di “bellezza” senile, una fonte di emozioni profonde per chi la osserva, stupito del fascino che emana, e delle sensazioni cui induce.

    Un sorriso ed uno sgardo che evidenziano la gioia di aver tanto vissuto e di vivere ancora, la consapevolezza di vantare tante primavere, il vanto di avere ben appreso le tante lezioni di vita, averle ben gestite in buona salute fisica e mentale….

    Una pergamena ben custodita, solcata da tante pieghe che la impreziosiscono (non le banali rughe, tanto odiate!), in ognuna delle quali si cela un evento di vita vissuta; una cartina geografa sui generis in cui potersi leggere quante primavere di cui andar fieri, come succede con gli alberi centenari osservando il tronco e gli anelli interni ad esso.

    Un aspetto senile puo’ ben essere un libro della propria storia vissuta!

    Piace a 1 persona

  3. Credo di essere compromesso dal logorio della vita di città, dai suoi bisogni creati per chissà quale reale motivo..tanto che spesso non riesco ad avere la visione che hai tu, al contrario vedo tristezza e rassegnazione…altre volte percepisco che persone così, hanno sviluppato quella serenità che molti inseguono senza neppure sapere da dove cominciare..

    Piace a 1 persona

    1. Sai Antony, hai scritto una bella cosa “Credo di essere compromesso dal logorio della vita di città, dai suoi bisogni creati per chissà quale reale motivo…” e mi fa riflettere molto.
      Penso una cosa, quello che vediamo intorno a noi lo osserviamo in base al nostro modo di pensare, quindi dipende moltissimo dal modo in cui siamo abituati a pensare e dalle cose su cui concentriamo la nostra attenzione. Ti faccio un esempio: se una persona continua a guardare soltanto il telegiornale e tante altre trasmissioni televisive che trattano vari casi di cronaca, quella persona, intorno a lei vedrà, noterà soltanto cose simili, perché tutta la sua energia è indirizzata a quel tipo di situazioni. Ed è l’esatto contrario per chi invece decide di dare una svolta alla sua vita e comincia abituarsi a indossare un paio d’occhiali colorati, ottimisti. È questione di abitudine, abituarsi a cercare la parte bella delle persone. Facendo così, le situazioni positive cominceranno a presentarsi da sole, o meglio dire noi cominceremo ad avere percezioni diverse. La bellezza è dentro di noi e non aspetta altro che essere scoperta.
      Ti abbraccio! 🤗
      PS. Mi piacerebbe scrivere un post riguardo a quello che ti ho appena scritto, grazie!!!

      Mi piace

      1. x Giorgiana.
        Qui nelle tue parole ritrovo il mio giudizio sulla fotografia e il tuo post iniziale. Non coincide tale e quale ma in buona parte. Prima o poi te l’avrei scritto, non trovavo il momento.
        Il mio giudizio: la vecchina è quello che è, non la conosciamo e quel suo sguardo – se vogliamo essee obiettivi è vivo, sì, ma cosa racconta… gioia? amarezza? o…? È uno sguardo di cui non conosciamo la fonte da cui nasce. Quindi, l’avergli attribuito questo o quel sentimento e via,via… dipende dall’occhio di chi quello sguardo incrocia e interpreta.
        Venendo a te, tu sai che ti ho sempre giudicato “testardamente” ottimista, e quindi il giudizio che tu dai della vecchina è perfettamente coerente col tuo modo di vedere, spirito e obiettivo di vita.
        Al che mi inchino.
        Piuttosto, non posso non dare valore anche a notiziari e notizie dal mondo, per quanto orrendi siano, perchè sono comunque realtà – e aggiungo: non voglio farmi influenzare da Tv o giornali? Okay, ma se per caso apro un qualsiasi libro di Storia cosa trovo?
        Conclusione: la morale di sempre è in due parole, giusto equilibrio.

        Piace a 1 persona

        1. 😊 Sì, sono completamente d’accordo. Nel commento sopra ho espresso la mia idea in un brevissimo modo, ci sarebbe da parlare molto. Abbiamo bisogno di sapere cosa succede nel mondo, è ovvio, guardo anch’io i notiziari. Quando scrivo di non concentrare il nostro pensiero sulle cose negative ed evitare di guardarle, non voglio dire che dobbiamo eliminare tutte le forme di informazione, ma non lasciarci coinvolgere troppo e non mantenere i nostri pensieri, per la maggior parte della giornata, focalizzati su cose negative. La tua conclusione è perfetta, ci vuole il “giusto equilibrio” e aggiungo dando molto più spazio alla positività (😛). Ti abbraccio Guido, è sempre un piacere leggerti.

          Piace a 2 people

  4. Nel mio viaggio quotidiano, vivo sempre le parole della mia adorata nonna alla quale mia mamma ha dedicato la mia nascita
    Io porto il suo nome e dentro di me custodisco le sue ultime parole:”Ricorda piccola…non smettere mai di sognare
    sogniamo grandi sogni perché sappiamo di esistere!”
    Un caro saluto
    Adriana

    Piace a 1 persona

  5. Stupenda ❤️davvero. Su la frase “cambia i tuoi pensieri” (scritta in parole diverse), faccio un appunto personalissimo da non prendere forse in considerazione o forse si: la maggior parte del tempo, sono i pensieri che decidono di attraversare la nostra mente… soprattutto se siamo in uno stato di cose “spiacevole”. Io non riesco a fermarli tutti. A cambiarli diventerebbe free impresa altamente ardua e spero capiti solo a me 😉😉 Ti e Vi mando il ❤️ con un Reblog se mi è consentito 😉 Grazie… Sabry

    Piace a 1 persona

        1. Mi spiace sentire che stai poco bene…
          In realtà quando ho scritto il commento sopra pensavo a me, al fatto che non sono più venuta a leggerti. È un po’ di tempo che non mi capita di vedere i tuoi post nel Reader, recupererò. 😊
          Ti abbraccio forte forte, fai con calma ogni cosa, un pochino alla volta e non buttarti giù di morale anche se non è per niente facile. Sei forte, lo so. Un sorriso. ❤️🤗

          Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...