Piccola riflessione 🙂

Mi sono soffermata un attimo a riflettere su questa frase, detta dal docente di pedagogia speciale: “Agisco come ti penso”, in base a come sei nella mia testa, non in base a quello che sei veramente, ti sopravaluto o sottovaluto…

Quattro parole che aprono un mondo intero. Siamo un intreccio tra come mi penso e come tu mi pensi e tante volte ci costruiamo un’idea di noi e degli altri, sbagliata, soltanto perché ci arrendiamo a ciò che ci arriva dall’esterno.

“Agisco come ti penso”… sono sempre io a scegliere come agire e se c’è qualcosa che mi agita, forse devo chiedermi il vero perché…

A voi le ulteriori riflessioni!
Un sorriso a tutti!🙂

98 pensieri su “Piccola riflessione 🙂

  1. sciamanesimofemminile

    in base a come sei nella mia testa, non in base a quello che sei veramente, ti sopravaluto o sottovaluto

    La testa artefatta crea mostri, e molti stereotipi, belle riflessioni Giorgiana, del tutto condivisibili. La mente può diventare una gabbia, anche senza che la persona se ne accorga, come può invece espandersi quando associata al sentire e alla propria anima, senza che queste competano e il sentire genera empatia e non giudizio assoluto.

    Ti auguro una buona giornata 🙂

    Piace a 3 people

          1. sciamanesimofemminile

            Grazie Giorgiana, apprezzo molto il fatto che tu lo abbia acquistato, e mi fa davvero piacere, nel libro è contenuto molto che volevo condividere senza presunzioni con altre donne e che spero possa far riflettere tutte e tutti, che altro posso dirti? in bocca al lupo per i tuoi esami (viva il lupo e che si salvino tutt@) anche se sono sicura che andranno bene perché sei una persona che quando si prende un impegno lo mantiene portandolo avanti con passione, costanza e forza lo dimostrano le tue bellissime pagine del blog che gestisci.

            Buona giornata con abbraccio annesso 🙂

            Piace a 1 persona

    1. Anche, sì.
      Però, qualche volta, il comportamento altrui può avere significato molto diverso da quello attribuito da noi. Mi spiego meglio, la percezione delle cose cambia in base a come mi sento in un preciso momento, in base al mio stato d’animo…
      Sai cosa sarebbe veramente bello? Poter sempre capire quale vissuto determina un certo modo di porsi… impossibile, lo so! 🙂
      Un bacio Laura!

      Piace a 3 people

      1. Gengis Khan il Condottiero Supremo

        Non intendo più avere uno o più blogs ma quando posso, vi leggo volentieri 😀

        Limitarsi alle apparenze, tornando al post, non serve a nulla. I preconcetti vanno superati, siamo quasi nel 2018 😀

        Piace a 1 persona

  2. Per evitare equivoci, non cercare apparire diversi da come si è in realtà, MOSTRARE LA VERITA’ su noi stessi, cioè qualità e difetti. Forse sono troppo drastica ma desidero essere accettata per quella che sono e non farmi credere diversa. Ciao Giorgiana.

    Piace a 1 persona

  3. Penso che tutto ciò che ci riguardi venga filtrato dalla nostra mente e quindi anche dalle nostre esperienze personali. Credo però che proprio le esperienze ci possano aiutare ad essere più obiettivi, ad abbandonare certi preconcetti, a dare tempo al prossimo di potersi esprimere

    Piace a 1 persona

    1. Giustissimo!
      La frase è comunque molto bella, perché apre tante perspettive.
      “Agisco come ti penso”, fa riflettere anche sul fatto che il nostro modo di pensare può influenzare gli altri, specialmente da bambini. Se io penso che tu non sei capace di fare certe cose e ti scoraggio spesso (è soltanto un esempio), la mia opinione avrà sicuramente qualche conseguenza sul tuo carattere. Ovviamente vale anche il contrario, se il mio parere è positivo ti aiuterò a far crescere la tua autostima.
      È una frase che mi ha dato da fare per quasi tutto il giorno. 🤔
      Ciao, grazie!!!

      Piace a 1 persona

  4. È la pedagogia che è speciale o il dottore😂😀rido ma davvero non ho capito.
    Va beh, non è il succo del discorso, ma volevo sdrammatizzare😊
    Bisogna mostrarsi per quello che si è e far arrivare questo all’altro, per potersi confrontare anche. Ma ovviamente non vale per tutti. Un bacio, bella!!💋🌕

    Piace a 1 persona

        1. Titti, mi aveva divertita il tuo commento e avevo risposto velocemente, perché stavo uscendo.
          L’insegnante è veramente bravo, speciale come la materia che insegna (psicologia speciale della marginalità e devianza). e anche quella frase, può avere veramente tanti significati. Qualche pensiero in più, l’ho scritto negli altri commenti.
          Un bacio anche a te! 😘

          Mi piace

          1. Ciao Giorgiana! Sei sempre molto attenta e cara…a me non piace leggere i commenti ma ora in rete approfondisco di cosa si tratta perché non ho la minima conoscenza di questa materia…..poi rileggero’ il tuo post🙏🙂

            Mi piace

          2. Ah ma ho trovato un sito che parla proprio di pedagogia ”speciale”….è proprio così allora. Come programma/contenuti cita la ”Pedagogia speciale come Pedagogia dell’integrazione e dell’inclusione”

            Mi piace

  5. Judith

    Talvolta ci facciamo talmente tanto influenzare dai nostri pregiudizi da modificare l’oggetività delle cose che vediamo. In psicologia poi c’è una cosa chiamata “profezia che si autoavvera”, quando inziamo a comportarci in un dato modo nei confronti di qualcuno pian piano anche questo qualcuno inizierà a compirtarsi in modo da aderire più o meno consapevolmente alle nostre aspettative.. e noi ci troveremo a pensare che i nostri giudizi iniziali siano confermati (ma la verità è che siamo stati noi a deformare il comportamento dell’altro). Ad esempio se pensiamo che una persona sia antipatica e ci poniamo in maniera scortese.. lei risponderà con tutta probabilità in maniera chiusa (o scortese a sua volta) e noi potremo pensare “ecco avevo ragione!”

    Piace a 1 persona

    1. Bravissima, hai colto in pieno il senso principale, è proprio così, agisco come ti penso e di conseguenza influisco il tuo comportamento (per me sei un incapace, ti tratto così e tu pian piano ti scoraggi e un po’ lo diventi).
      Buongiorno Judith! 🌞

      Mi piace

        1. Gengis Khan il Condottiero Supremo

          Eccomi 😉
          Non è raro, ne conosco tanti. 🙂

          Oggi vanno di moda le persone deboli e contrite ma non siamo tutti così, anche no 😀

          Mi piace

            1. Gengis Khan il Condottiero Supremo

              Essere introversi e timidi non è di certo un crimine ma è giusto aprirsi a tutto comunque, siamo quasi nel 2018 ed il Medioevo è finito da un bel po’ 😀
              Il carattere dipende da molti fattori, spesso e volentieri le persone chiuse in realtà sono tali per meccanismi di difesa o altro. Basterebbe un po’ di coraggio 🙂 Non è una fatica di Ercole ma le convinzioni forti le hanno in pochi 😀

              Mi piace

  6. È complicato: ci sono le nostre e altrui strutture mentali, il tipo di educazione, i fuorvianti pregiudizi, le maschere, che, inconsciamente o meno, noi e gli altri portiamo… é un gioco di domande e risposte, vere e false, che si intrecciano, difficile raggiungere l’equo giudizio, l’equilibrio nelle relazioni umane!

    Piace a 1 persona

  7. Pingback: Un consiglio per voi! | Carezze di vento

    1. Wow, che bello Aria!
      Avevo pubblicato quel film, pensando che anche se piacerà o lo guarderà soltanto una persona, sarà valsa la pena… non me l’aspettavo di sicuro a un approfondimento come il tuo.
      Che dire, grazie di cuore a te! ❤

      Mi piace

  8. Ciao Giorgiana, grazie per il commento di ieri notte.
    Vorrei commentare “verro’ a cercarti” ma e’ chiuso forse ai commenti? Posso commentare qui?

    Vogliosolo solo farti una domanda. Non ho ben capito. Il pensiero, si riferisce a Dio?

    “Ci pensi mai a noi? A me, a come sarebbe statose tu avessi preso decisioni diverse..”, me lo fa pensare. Anche io comunque, ho un rapporto un po’ conflittuale con lui. Mi capira’… Ciao, buona giornata 🙂

    Mi piace

  9. Mi incuriosisci anche tu, sai? Soprattutto la poesia che ho letto prima, di una persona a cui pensi tanto e che forse non si interessa a te. E’ il modo in cui l’hai scritta, interpretata e fatta passare….mi ha lasciato qualcosa. Quasi commosso. Bravissima.

    Piace a 1 persona

      1. Giorgiana, l’importante è scrivere se ne si sente il bisogno. Il lessico, la forma, lo stile, la tecnica di racconto sono preziosità che acquisisci col tempo, con studio oppure semplicemente ispirandosi. Ma innanzitutto devi volerlo fare. La teoria è sempre dietro l’angolo, lascia il tempo che trova senza un’ispirazione. Sono contento io di aver lasciato qualcosa a te. Buongiorno cara.

        Piace a 1 persona

          1. Ciao Giorgiana bella. Buongiorno.
            E’ una bellissima sorpresa, aprire e trovare questo commento, così distante nel tempo, è stato particolare. E’ un post bellissimo, l’ho riletto e subito ricordato. Di grande animo (bisogna sempre leggere tra le righe…).
            Grazie cara.
            Ti mando un bacio grande, se posso 🙂

            Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.